Alba rosa

 Alba rosa Libera Ferrandino


La sveglia suona timida con il suo campanellino appena accennato e senza indugiare mi alzo dal letto, pronta o quasi per un nuovo giorno. Infreddolita, rompo il silenzio religioso della notte trascorsa, alzando le tapparelle. Mentre il tepore della casa ancora fluttua tra le stanze. Presto preparo la signora caffettiera, la stessa di ogni mattina. Guardo fuori e trovo lo scenario più bello del mondo, la nebbia tinta di rosa dall'alba e una cornice di alberi e casine che spuntano lì e qui come in un libro di favole. Non sarebbe durato molto, solo lo spazio di un attimo, il giusto per dare la possibilità al signore sole, di levarsi irruente nei cieli. Allora dovevo fare in fretta, così in fretta da non dimenticare il caffè sul fuoco e il sole che si alzava. Pochi scatti per rivedere attimi disegnati dalla natura, da ciò che non è in nostro potere regolare. Giusto uno spazio di felicità!  


Alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

alba rosa Libera Ferrandino

Libera Ferrandino 2020


Commenti