Estratto di vaniglia senza glutine con bacche bourbon.

 

Estratto di vaniglia senza glutine.
Aggiungi didascalia


Quando penso alla vaniglia, associo sempre l'immagine di un camino, una calda coperta scozzese, una fetta di torta e un buon libro da leggere. La vaniglia con tutto questo scenario da cottage non ha proprio nulla in comune. Essa nasce in un posto caldo e umido, in un'isola, da una bellissima orchidea e di camini, freddo e coperte, non sa neanche cosa sia! Nel mio immaginario di dolcezza, colloco quest'aroma all'inverno. L'estratto di vaniglia è geniale, buonissimo, fatto in casa ha quella spinta di soddisfazione personale. Ho usato tantissimo la pasta di vaniglia senza glutine, ma l'estratto fatto in casa è speciale. Se poi rispettiamo il processo d'invecchiamento, avremo un prodotto da pasticceria grandioso! Ho utilizzato due tipi di rum, il primo detto ambrato e il secondo più neutro chiamato bianco. Il rum ambrato esalta il carattere speziato della vaniglia come una marcia in più. Il rum bianco lega i due aromi e con il tempo, l'estratto avrà una caratteristica dolce e speziata.



Ingredienti

4 bacche di vaniglia bourbon

350 ml di Rum ambrato Bracardi

350 ml di Rum bianco Pampero

Agita la bottiglia ogni due giorni per sei mesi.

Sarà pronto dopo sei mesi. 





Fiori bianchi

Estratto di vaniglia senza glutine.

Fiori bianchi

Fiori bianchi

Estratto di vaniglia senza glutine.


©Libera Ferrandino 2020


Commenti