Roselline bianche, timide!

Libera Ferrandino blog di ricette senza glutine


Lo guardavo ogni giorno, con il gelo che tagliava anche il respiro, cespuglio rinsecchito e pungente. Che cosa sarai mai? Se fossi il giardiniere, non esiterei a potarti! Pensavo borbottando. Guarda cosa si deve sopportare, un mucchio di rami secchi, buttati così in un angolo d'ombra, dove solo il freddo e l'oscurità possono trovarti. Ero quasi tentata a potarlo, ma vegetava nel cancello della scuola e non ero autorizzata. Chissà quanti insetti ospiti? Eppure, trascorso il signor freddo, indulgente, spietato, senz'anima, il cespuglio con l'arrivo della primavera, fece il suo spettacolo, un manto candido, delicato, simile a fiocchi di neve, piccoli boccioli delicati minuscoli di rose bianche, sembravano scolpite, mi lasciarono senza parole. Tanto da desiderare di portarle sul mio set fotografico e così feci. Un modo per farmi perdonare. Avevo imparato la lezione, mai giudicare dalle apparenze.




Libera Ferrandino blog di ricette senza glutine



Libera Ferrandino blog di ricette senza glutine


©Libera Ferrandino 2018

Commenti