Kuglhopf dolce senza glutine

Libera Ferrandino dal blo assenza di glutine


Finalmente il mio primo Kuglh…non so neanche pronunciarlo! Diciamo subito che, questo lievitato dolce senza glutine, possiamo considerarlo come il cugino del nostro panettone, leggermente meno complicato. Infatti, in Germania questo dolce è molto diffuso in tutte le sue varianti. Il prodotto che vi presento è il mio terzo tentativo, i primi sono serviti per capire, quali farine usare e come lavorare al meglio l'impasto per ottenere un prodotto morbido, gustoso e simile all'originale. Il prodotto, dopo la cottura, perderà una percentuale di peso, tutti i lievitati lo fanno, per questo è importante lavorare bene il lievitino e la lievitazione principale, perché in cottura non deve collassare, oppure al contrario seccarsi, cosa molto diffusa con i lievitati senza glutine. Allora apriamo Dicembre con i dolci della tradizione, ricchi di frutta, ma anche e rigorosamente senza glutine. Buona preparazione!



Ingredienti per uno stampo da 18 cm

Ingredienti per il lievitino

100 g di latte intero tiepido
80 g di farina senza glutine Nutri Free mix per il pane
1 cucchiaino di miele d'acacia
1 cucchiaino piccolo di lievito disidratato per impasti salati senza glutine

Ingredienti per l'impasto principale

Tutto il lievitino maturo
120 g di latte intero caldo
150 g di farina senza glutine Farmo mix per il pane
20 g di farina senza glutine per impasto pizza Nutri Free
1 uovo medio a temperatura
40 g di zucchero semolato
30 g di burro fuso non bollente
1 cucchiaino di miele d'acacia
2 cucchiaini di pasta d'arancia candita
60 g d'uvetta sultanina morbida 
La polpa di 1 bacca di vaniglia
3 cucchiai di liquore Maraschino, ma se preferisci Rum senza glutine
Burro per ungere lo stampo
Mandorle tostate intere con la buccia quanto basta
Zucchero a velo senza glutine per la finitura

Preparazione

1. Ungi bene lo stampo con del burro, decora sul fondo con le mandorle tostate.
2. Il mattino, prepara il lievitino, lascialo raddoppiare sigillato e lontano da correnti d'aria. Ricorda di non andare oltre la lievitazione prodotta dal lievitino, altrimenti collassa al centro perdendo la sua efficacia.
3. A maturazione raggiunta del lievitino, prepara l'impasto principale.
4. Se vuoi, puoi usare una planetaria con il gancio per montare la panna, oppure anche fruste elettriche con ganci per la panna. Il gancio per montare la panna, serve a inglobare molta aria nell'impasto, rendendolo così leggero.
5. Inserisci nel contenitore il latte caldo, ma non bollente con il lievitino maturo, lavoralo fino a scioglierlo bene nel latte.
6. Poi aggiungi la farina prima setacciata, lavora l'impasto.
7. Poi a seguire l'uovo leggermente sbattuto e il burro fuso, continua a lavorare l'impasto.
8. Dopo che l'impasto ha assorbito gli ingredienti aggiunti, potrai aggiungere a seguire, lo zucchero, la vaniglia, il liquore e la polpa d'arancia candita, procedi, lavora l'impasto ancora per qualche minuto.
9. L'impasto deve essere lavorato in totale per dodici minuti, per terminare aggiungi l'uva sultanina morbida, mescola con un lecca pentola.
10. Versa l'impasto nello stampo a cucchiai, assicurandoti di distribuirlo bene in modo equo.
11. L'impasto deve triplicare il suo volume. Io ho usato questo modo per farlo lievitare. Ho messo lo stampo con l'impasto, all'interno di un contenitore di plastica trasparente con il coperchio nel forno con la luce accesa. Il contenitore trasparente mi permette di vedere la lievitazione. Non ho messo l'impasto direttamente nel forno perché, se la superficie si asciuga, non lievita più. Questo metodo ti permetterà di portare fuori dal forno lo stampo, accenderlo e procedere con la cottura, senza subire sbalzi di temperatura.
12. Quando la lievitazione supera il bordo dello stampo, potrai infornare l'impasto, cuocerlo a 170° per 25-30 minuti.
13. A cottura terminata, sfodera subito il Kuglhopf su una griglia, lascia che diventi freddo, solo dopo potrai spolverare con abbondante zucchero a velo.




Libera Ferrandino dal blog assenza di glutine



Libera Ferrandino dal blog di assenza di glutine

©Libera Ferrandino 2017

Commenti

I più visitati