Come fare il lievito AUTOLISI senza glutine

fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino


I grandi studiosi, spiegano questo processo con termini molto sofisticati, chimici. Giusto! Fanno questo per spiegare al meglio le reazioni di questo impasto. Spendiamo due parole, ma giusto due per le informazioni tecniche. L'autolisi è una tecnica per sfruttare al meglio il glutine. Infatti, si effettuano diverse fasi di fermentazioni, simili al lievito poolish liquido, colloso, per poi arrivare all'impasto principale maturo. I tempi di fermentazione dipendono molto dal prodotto che dobbiamo creare. Ora a noi che impastiamo con farine senza glutine, quanto ci ritorna utile questa tecnica? Semplice! Noi non sfrutteremo l'elasticità, ma lo stesso processo di fermentazione, il quale pur non avendo una maglia elastica, potremmo ottenere mollica soffice, fragrante, eccezionale nel sapore. In breve, pur non potendo avere tutto di questa tecnica, sfrutteremo solo alcuni aspetti. Ho panificato con questo lievito, la pizza senza glutine era spettacolare. Bene, per poter conoscere la bontà di questo lievito, ti resta solo seguire il tutorial e crearlo. Allora buona visione!




Ingredienti per la prima fermentazione

100 g di acqua denaturata calda, non bollente
50 g di farina con fibre senza glutine Nutre Free
1 cucchiaino di zucchero semolato

Ingredienti per la seconda fermentazione

100 g di acqua denaturata calda, non bollente
50 g di farina con fibre senza glutine Nutre Free
Lievito disidratato senza glutine, la punta di un cucchiaino  


Come realizzarlo, segui il tutorial. 


©Libera Ferrandino 2016

Commenti

I più visitati