I love you PETTOLE gluten-free

fonduephoto-blog-per-celiaci


Da bambina, nel periodo invernale, le nostre caramelle erano le pettole fritte. Ricordo, non vedevamo l'ora di vedere quell'impasto colloso e pieno di bolle friggere in pentole di alluminio, manipolato da mani esperte come quelle della nonna e la mamma. Oggi diremmo schizzinose: " Che puzza di fritto, mamma mia!" Un tempo era un punto di aggregazione. Noi cugini ci divertivamo osservando friggere l'oro dei piccoli! Questo è slow food! Il cibo che conserva tutta la tradizione popolare, i ricordi e la storia legata al territorio. Amo raccontare queste storie, perché le ho vissute, perché danno calore, soprattutto incorniciano i valori semplici della famiglia e della società:  stare assieme! Le nostre mamme lavorano l'impasto con energia, essendo colloso deve essere lavorato inglobando una buona quantità d'aria per permettere all'impasto in frittura di formarsi quella leggera ed aromatica crosticina, ma con un cuore alveolato,  soffice come una nuvola. Queste sono le caratteristiche in generale delle pettole. Cosa dirvi ancora? Presto corriamo a impastare.



Ingredienti per il lievitino

100 acqua naturale Rocchetta tiepida
80 g di farina senza glutine Nutri Free per impasto pizza
1 cucchiaino di miele d'acacia 
1 cucchiaino di lievito disidratato secco per impasti salati senza glutine

Ingredienti per l'impasto delle pettole

Tutto il lievitino maturo
200 g di acqua naturale tiepida Rocchetta
250 g di farina senza glutine (125g Nutri Free per impasti pizza, 125g Schar mix pane)
120 g di patata lessa fredda
1 cucchiaio d'olio d'oliva
1 cucchiaino di miele d'acacia
1 cucchiaino di sale
Olio d'arachidi per friggere quanto basta 

Come preparare il lievitino

1. In acqua tiepida sciogli il miele con il lievito secco.
2. Poi aggiungi la farina setacciata, mescola bene, fai triplicare il suo volume a riparo da correnti d'aria.

Come preparare l'impasto principale

1. In un contenitore aggiungi, l'acqua e il lievitino maturo, sciogli il lievitino con una frusta.
2. Poi aggiungi al liquido le farine setacciate, la patata schiacciata, l'olio, il sale il miele, impasta energicamente per 10 minuti. Per questa fase, puoi usare una planetaria e delle fruste elettriche per impastare.
3. Terminato l'impasto, sigilla con della pellicola, lascia triplicare il suo volume a riparo da correnti d'aria.
4. A lievitazione matura, porta a temperatura l'olio.
5. Con un mestolo piccolo, immergilo prima nell'olio caldo, poi preleva una quantità dall'impasto, immergilo completamente nell'olio, l'impasto si staccherà da mestolo senza fatica.
6. Termina di friggere tutto l'impasto, servilo caldo ai commensali, puoi accompagnarlo con del buon pecorino regionale e un buon bicchiere di vin rosso robusto.



fonduephoto-blog-per-celiaci



fonduephoto-blog-per-celiaci



©Libera Ferrandino 2015

Commenti

I più visitati