Schiacciata all'uva rosa senza glutine

fonduephoto-blog-per-celiaci


Mi perdoneranno i toscani, se ho rivisitato a modo mio una ricetta così tradizionale; si mi perdoneranno! Parliamo un po’ di questa ricetta. La schiacciata all'uva trova le sue origini in Toscana, viene considerato un dolce povero, consumato alle sagre contadine. Infatti, nasce dalla pasta per il pane, ribattezzato come dolce a motivo dell'aggiunta dell'uva fragolina e dello zucchero di canna cosparso sulla superficie della schiacciata. Si realizza con molta facilità, stratificando l'uva e lo zucchero nelle pieghe dell'impasto steso. Ma io per semplificare il tutto, ho preferito stendere una sola volta l'impasto, distribuendo l'uva e lo zucchero senza effettuare le pieghe. Ho anche aggiunto la glassa d'uovo e le lamelle di mandorle per arricchire ulteriormente il sapore. Comunque se volete delucidazioni su chi ne sa più di me, potete visitare il blog di Giulia Scarpaleggia vera e genuina toscana, lei si che ne sa di tradizione culinaria toscana. Ora diamoci da fare con l'impasto e stuzzichiamo i nostri commensali con questo dolce senza glutine facile, facile.




Ingredienti per 4 persone

150 g di lievitino maturo
250 g di farina senza glutine (100g Schar x il pane, 100g Nutri Free mix pizza, 50g Biaglut mix  pane)
200 g di acqua tiepida naturale Rocchetta
1 cucchiaino di miele d'acacia
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio d'olio d'oliva
Uva rosa quanto basta
Mandorle a lamelle quanto basta
Zucchero di canna quanto basta
1 tuorlo, un cucchiaio di panna per spennellare sulla superficie

Ingredienti per il lievitino

150 g di acqua calda Rocchetta
80 g di farina senza glutine per pizza Nutri Free
1 cucchiaino di miele d'acacia
1 cucchiaino di lievito secco per impasti salati senza glutine

Come preparare il lievitino

1. Sciogli in acqua calda, il lievito assieme al miele.
2. Mescola energicamente la farina setacciata al liquido fino a formare una pastella.
3. Sigilla il contenitore con della pellicola, lascia triplicare il suo volume.

Come preparare l'impasto principale

1. Prepara tutti gli ingredienti per lavorarli in una planetaria.
2. Inserisci gli ingredienti nella planetaria seguendo questo ordine: L'acqua calda, il lievitino maturo, le farine setacciate, il miele, l'olio d'oliva, il sale; impasta per 10 minuti esatti.
3. Quando l'impasto sarà maturo, versalo in un contenitore unto con dell'olio d'oliva, sigilla con della pellicola, fai raddoppiare il suo volume lontano da correnti d'aria.
4. A lievitazione matura preriscalda il forno a 200°.
5. Versa l'impasto aiutandoti con una marisa unta con olio d'oliva, su una teglia rivestita con un foglio di carta forno, unta con dell'olio d'oliva anche questa.
6. Versa sull'impasto un filo d'olio d'oliva, con le mani sporche d'olio e le dita larghe come se volessimo suonare un pianoforte, stendi l'impasto su tutta la superficie, assicurandoti di distribuire bene tutta la superficie.
7. Monda l'uva, taglia ogni chicco verticalmente, privali dai semi, poi distribuisci sulla schiacciata.
8. Sbatti il tuorlo con la panna, spennella su tutta la superficie.
9. Spolvera sulla schiacciata lo zucchero di canna, lascia lievitare ancora per 30 minuti.
10. Trascorsi i 30 minuti, inforna sul primo livello basso del forno, lascia cuocere per 30 minuti.
11. A cottura raggiunta, lascia raffreddare bene la schiacciata su una griglia e poi potrai servirla ai tuoi commensali.




fonduephoto-blog-per-celiaci



fonduephoto-blog-per-celiaci



fonduephoto-blog-per-celiaci



fonduephoto-blog-per-celiaci



fonduephoto-blog-per-celiaci

©Libera Ferrandino 2015

Commenti

Posta un commento

I più visitati