Cioccolato del mendicante senza glutine

fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino


Buon 2015! Come potevo dare il via al nuovo anno senza una dolce ricetta come questa? Lo so! Tutti ci aspettiamo ricette depurative, questa noia mortale della routine! Per ora non vi propongo, per ora ho detto, una ricetta depurativa, ma la conservò per il prossimo post, una ricetta tradizionale molto gustosa. Tornando al cioccolato, questa ricetta senza glutine prende il nome da " Mendicante" per la disposizione della frutta secca sullo strato di cioccolato. Come nel piattino del mendicante, quando piccole monete risuonano, saltando in un piatto triste e vuoto, di ogni taglio, strato su strato. Infatti su questa base cioccolatosa possiamo creare diversi strati. Ho preferito ciliegie secche e pistacchi tostati, ma voi potete fare come preferite. La bellezza di questa prelibatezza è la facilità e la bontà allo stesso tempo che si sposano, per esaltare i palati più esigenti. Alain Ducasse, uno dei tanti chef da me preferiti, maestro della grande cucina francese, ha creato la sua creatura in una gabbia in legno, disposta in una scatola con un martello in legno. Aprendola si può rompere questo cioccolato mendicante davanti ai propri commensali, avendo già tutto l'occorrente per poterlo servire. Ma lui è Alain Ducasse! Io mi limito a piccoli gesti di casa, come un tagliere, il mio coltello da cucina e la mia famiglia che lo sgranocchia. Ricordo, il cioccolato deve essere rigorosamente di alta qualità, altrimenti sarà orrendo il gusto, finto. Allora, diamo un buon inizio a questo anno con qualcosa di dolce e senza glutine?


Ingredienti

230 g dell'ottimo cioccolato al latte senza glutine
50 g di ciliegie essiccate senza glutine
100 g di pistacchi tostati ridotti in granella grande
1 foglio di carta forno

Preparazione

1. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato.
2. Quando il cioccolato sarà sciolto, versarlo su un foglio di carta forno.
3. Distribuite sulla superficie del cioccolato la frutta secca senza mescolare.

4. Fate ben raffreddare, poi lo potrete ridurlo in tavolette.




Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino




fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino




©Libera Ferrandino 2015

Commenti

Post più popolari