Tartufi senza glutine al cacao, mandorle e cocco

Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino


Inutile nasconderlo! Il mondo della pasticceria attrae come una calamita. Secondo me ci sono degli elementi fondamentali, i quali stimolano molto la curiosità dell'individuo a volerlo gustare. La forma del dolce, il colore, gli ingredienti combinati, spingono la persona a voler assaggiare ciò che lo attrae, magari farà anche schifo dopo, ma gli elementi visivi e olfattivi sono i primi sensori ad entrare in campo, i primitivi sensi che ci inducono a non allontanarci da ciò che sembra buono e bello, come un dolce. Il mio obiettivo in questa ricetta è poter mostrare la bontà che sposa la bellezza in un dolce senza glutine, fotogenico, realistico per incoraggiare a cambiare modo di pensare. Non so voi, ma a me è capitato di vedere e leggere negli occhi dei miei cari, un velo di tristezza, a volte di stanchezza, ascoltare parole come queste " Vorrei che tutto fosse più semplice ! ". Ogni volta, quando creo un dolce senza glutine, lo assaggiamo in famiglia, tutti concordiamo all'unisono che è "BUONO", ma questo non è il mio traguardo, ricordo che posso e devo fare sempre meglio, nel rispetto della dignità di queste persone e per condividere che si può ottenere risultati al disopra di ogni difficoltà. Quindi oggi vi presento i miei gioielli neri " Tartufi senza glutine al cacao, mandorle e cocco ", solo non vanno indossati, ma gustati! Buona preparazione.    



Per circa 20 Tartufi

Ingredienti

Una scatola di biscotti Schar " Petit" da 165 g
170 g di latte condensato senza glutine
100 g di farina di mandorle
40 g di cacao amaro senza glutine
60 g di burro fuso a temperatura Lurpak classico
Cocco a scaglie rapè senza glutine quanto basta

Preparazione

1. Tritate i biscotti in polvere molto fine.
2. In un contenitore unite: La polvere di biscotto, il cacao setacciato, la farina di mandorle, il latte condensato e il burro fuso, mescolate, impastate fino a ottenere una pasta compatta.
3. Lasciate riposare in frigo per 1 ora.
4. Trascorsa l'ora, versate il cocco in un contenitore, prelevate una quantità piccola di pasta, formate una pallina compatta e come ultimo passaggio, impanatela nel cocco.
5. Fate questa operazione fino a terminare gli ingredienti.
6. Riportate in frigo i tartufi, a riposare per 1 ora, poi serviteli ai vostri commensali.



Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino



Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino


©Libera Ferrandino 2014

Commenti

I più visitati