Cannolo destrutturato ricetta senza glutine

Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino


A volte gli errori in cucina diventano un vero capolavoro! Infatti, mentre  friggevo i cannoli senza glutine, alcuni si sono aperti, creando una gonfia e croccante cialda. Una ricetta che da vita a una simile, ma con una composizione assolutamente diversa. Sicuramente non possiamo chiamarlo cannolo, perché difatti non lo è, ma la sua origine  è quella, possiamo dargli un nome per derivazione. La versione di un dolce diverso, pur mantenendo gli stessi ingredienti del cannolo. Se avete difficoltà, questa versione risulterà molto più facile. Una difficoltà da non sottovalutare in cucina, non è imparare una ricetta, ma gestire gli alimenti creando meno scarto possibile. Questa è un'arte! Io voglio imparare quest'arte! 


    
Ingredienti per la cialda

200 g di farina  senza glutine Dsfood 
50 g di farina senza glutine Gluta Bye mix pane bianco 
30 g di strutto
50 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di cacao amaro senza glutine (Io ho usato Perugina)
1 cucchiaino di caffè in polvere per espresso
2 uova medie 
La polpa di 1 bacca di vaniglia
1/2 cucchiaino di lievito per dolci senza glutine
2 cucchiai di liquore Maraschino
Olio di arachidi quanto basta per friggere

 Ingredienti per la crema di latte

1 kg ricotta di pecora priva di liquido
2 confezioni: crema di latte Fiorello
Zucchero a velo senza glutine quanto basta
Cioccolato fondente senza glutine ridotto a pezzetti quanto basta
Pistacchi quanto basta
Ciliegie quanto basta

Come preparare la crema di ricotta

1. Setacciate la ricotta.
2. Mescolate nella ricotta, lo zucchero a velo, la crema di latte e il cioccolato.

Come preparare la cialda 

1. Inserite tutti gli ingredienti per la cialda nella planetaria con gancio k, lavorate l'impasto a velocità 1.
2. Terminate di lavorarlo quando si staccherà dalle pareti della planetaria.
3. Stendete l'impasto tra due fogli di carta forno, fate riposare in frigo per 24 ore.
4. Trascorso il riposo in frigo, sfogliate l'impasto come si fa con le tagliatelle, alternando a spolveri di farina; deve risultare asciutto e plastico.
5. Portate l'olio a temperatura in una padella di media grandezza.
6. Con un coppa pasta tagliate la sfoglia.
7. Friggere le cialde non più di tre alla volta, altrimenti collassa la temperatura compromettendo così la loro friabilità. Mescolate bene durante la cottura. Gli impasti con un minimo di lievitazione richiedono una cottura omogenea.
8. Fate questa operazione fino a terminare tutte le cialde.
9. Quando le cialde saranno ben fredde, decorate con la crema di ricotta, pistacchi e una ciliegia.

Fonduephoto blog per celiaci Libera Ferrandino

©Libera Ferrandino 2014



Commenti

Post più popolari